20.08.2017 > Home > Notizie ed Iniziative > Notizie ed iniziative
Sedi provinciali
Notizie e iniziative
notizie ed iniziative
Universita'
Scuola statale
Ricerca
Dirigenti scolastici
Formazione professionale
Scuola non statale
Conservatori ed accademie
Politiche confederali
Precariato
CGIL scuola nazionale
CGIL Lombardia
Fondo Espero


Notizie ed iniziative

23-08-2016
Regione Lombardia.Prosecuzione sperimentazione apprendistato di ricerca (art. 45 Dlgs. 81/2015).


Continua in tutti i settori della conoscenza della Lombardia il lancio "in grande stile" del sistema duale. A disposizione della sperimentazione altri 200.000 euro.

E' stata approvata, con decreto dirigenziale n.7994 del 9 agosto 2016 pubblicato sul B.U.R.L. serie ordinaria n.33 del 17 agosto 2016, la prosecuzione della sperimentazione dell' apprendistato di ricerca (art. 45 Dlgs. 81/2015).

L'approvazione di questo decreto conferma la volontà degli attuali governanti della Lombardia di "schiacciare" ulteriormente l'acceleratore sul sistema duale e sulle politiche attive per il lavoro.

Non a caso il Presidente Maroni, proprio questa settimana intervenendo al dibattito 'L'introduzione dei giovani nel mondo del lavoro' al Meeting di Rimini, ha di nuovo lodato il "sistema lombardo" dichiarandosi al contempo preoccupato che la riforma della Costituzione possa metterlo a rischio.

Ma ritornando all’“apprendistato di ricerca”, è importante precisare che l'avviso non finanzia la “ricerca” in sé, ma la formazione dei ricercatori, assunti ad hoc con contratto di Apprendistato.

La prassi è sempre la stessa. Gli obiettivi formativi sono concordati con l’istituzione formativa e sono definiti nel Piano Formativo Individuale (PFI) che si realizzerà attraverso:

-interventi formativi finalizzati allo sviluppo di competenze specifiche da applicare nell’attività di ricerca;

-partecipazione alle attività di ricerca svolte dall’impresa, con il supporto delle funzioni dei due tutor, formativo e aziendale.

Il percorso (formativo e professionale) si conclude con la redazione di un “Rapporto finale sulle attività di ricerca” al fine di evidenziare il percorso svolto dall’apprendista che dia evidenza delle competenze acquisite o potenziate.

A tale scopo il datore di lavoro:

a) assume un apprendista “ad hoc”;

b) concorda il piano formativo con l’istituzione formativa o organismo di ricerca;

c) al termine del periodo formativo, ai fini contrattuali riconosce all’apprendista/ricercatore una qualifica professionale coerente con il percorso formativo svolto in apprendistato e congrua rispetto al relativo livello di qualificazione raggiunto.

 

Come anticipato nei titoli, le risorse disponibili  ammontano a € 200.000.

I destinatari sono giovani con età compresa tra i 18 ed i 29 anni, da assumere con contratto di apprendistato ai sensi dell’art. 45 del d.lgs. 81/2015 per svolgere attività di ricerca, in possesso dei seguenti requisiti:

- nazionalità italiana o di altri paesi appartenenti all’Unione Europea o nazionalità di paesi non appartenenti all’Unione Europea, con regolare permesso di soggiorno in Italia;

-residenza o domicilio in Lombardia;

-possesso di un titolo di studio compreso tra:

*diploma di tecnico superiore (rilasciato dagli ITS di cui all’art.7 del DPCM 25/01/2008);

*Laurea triennale, o magistrale o magistrale a ciclo unico presso università italiane e/o estere (se riconosciute equipollenti in base alla legislazione vigente);

*Dottorato di ricerca universitario o Ph.D. conseguito presso università italiane e/o estere se riconosciute equipollenti in base alla legislazione vigente.

 

Riepiloghiamo brevemente anche i contenuti del Contratto.

E' un contratto di lavoro a tempo indeterminato, attivabile da aziende che abbiano in corso o intendano attivare attività di ricerca articolate in uno o più progetti, nel rispetto dei limiti quantitativi definiti dalla normativa e dalla contrattazione collettiva.

Il contratto di apprendistato di ricerca deve avere durata minima di 6 mesi e massima di 36 mesi. Tale durata dovrà in ogni caso essere definita in funzione delle competenze dell’apprendista in ingresso e delle attività di ricerca in cui sarà inserito.

Sono ammissibili contratti a tempo pieno e a tempo parziale.

L'avviso poi dettaglia tutte le modalità operative per la presentazione della domanda per l’accesso ai contributi con la conferma della modalità “a sportello”(chi prima arriva "meglio si accomoda").

Infine i tempi.

Le proposte progettuali potranno essere presentate fino alle ore 17 del 18/11/2016.

Attenzione.

Tale termine potrà essere anticipato(causa modalità " a sportello"), per esaurimento delle risorse disponibili o per l’avvenuta regolamentazione regionale dei profili formativi di questa tipologia di apprendistato a cui è finalizzata la sperimentazione.

L’eventuale chiusura anticipata sarà resa nota con comunicazione pubblicata sul sito http://www.lavoro.regione.lombardia.it.

Per ulteriori approfondimenti sul sito legati all'accordo con le Parti sociali e sull'Avviso  pubblico per l’apprendistato di alta formazione e di ricerca  cliccare su questi link 1 e link 2.

In allegato tutta la documentazione dell'Avviso.
 



 
 
FLC CGIL lombardia - via Palmanova, 22 Milano
 +39 0299265089  +39 0299265080
  flc@cgil.lombardia.it
Powered by Tomato Interactive / Contactlab